ACIDO CIANURICO

PER MANTENERE LIVELLI DI CLORO OTTIMALI IN PISCINA

Cos’è l’acido cianurico?

L’acido cianurico è una sostanza contenuta nel dicloro e nel tricloro.

La sua particolarità è di “proteggere” il cloro dall’azione dei raggi UV del sole che tende a degradarlo, aiuta quindi a mantenere livelli di cloro ottimali nell’acqua di piscina con un dosaggio minore di prodotto; quando però la concentrazione di acido cianurico è troppo elevata il cloro perde la sua efficacia ed il beneficio si trasforma in un problema.

Qual è la sua concentrazione ottimale?

La concentrazione ottimale di acido cianurico è di 20/30 ppm (mg/l), il limite massimo previsto per legge nelle piscine pubbliche è di 75 ppm, concentrazione oltre la quale rischio di ridurre l’efficacia del cloro presente in vasca.

E’ frequente il caso di acqua di piscina che perde qualità con sviluppo di alghe nonostante pH e cloro a concentrazioni ottimali; spesso ciò è dovuto a concentrazioni troppo elevate di acido cianurico.

L’acido cianurico è una sostanza a lenta degradazione e quindi tende ad accumularsi nell’acqua nel corso della stagione, l’unico modo per diminuirne la concentrazione è di effettuare ricambi d’acqua. E’ raccomandabile quindi incrementare la durata e la frequenza di lavaggio dei filtri quando noto che la concentrazione di acido cianurico si sta avvicinando al valore limite, ciò è più frequente a stagione inoltrata.

La misura dell’acido cianurico può essere effettuata con fotometri o con appositi kit d’analisi.