ANTIALGHE

PER IL TRATTAMENTO DELL’ACQUA VERDE E TORBIDA

Cosa sono le alghe?

Le alghe sono organismi autotrofi vegetali che si possono sviluppare nelle piscine aderendo a pareti e fondo o intorbidendo l’acqua.

La crescita delle alghe è favorita da temperature dell’acqua elevate e dalla luce solare, le spore possono essere trasportate dall’aria e pertanto è più frequente vederne la crescita in piscine all’aperto nella stagione più calda.

Come evitare il proliferare di alghe in piscina?

Per evitare il proliferare di alghe è necessario che l’igienizzazione della piscina sia ottimale con valori di pH, prodotto disinfettante (cloro, bromo o ossigeno) e acido cianurico entro il range di efficacia del processo.

Per aiutare l’azione del disinfettante si possono utilizzare prodotti specifici antialga, a base di polimeri di sali di ammonio con eventuale aggiunta di sali di rame.

ATTENZIONE! Bisogna stare attenti a utilizzare l’antialga corretto! In caso di utilizzo di elettrocloratore sarà opportuno evitare prodotti contenenti sali di rame; in caso di giochi d’acqua, idromassaggi, nuoto controcorrente ecc. si dovranno utilizzare antialga non schiumogeni.

Si può inoltre agire contro le alghe sottraendo loro dei nutrienti essenziali, eliminando i fosfati dalla piscina attraverso un prodotto specifico si sottrae uno dei nutrienti fondamentali per la crescita algale inibendola.

Cosa fare nel caso di alghe già esistenti in piscina?

I prodotti antialga hanno un’azione preventiva, quando però le alghe si sono già manifestate nella vasca per l’eliminazione è necessario un trattamento shock preferibilmente con cloro alla concentrazione di almeno 6-7 ppm (mg/l) dopo aver verificato che pH e concentrazione di acido cianurico sono corrette.