OGNI QUANTO BISOGNA SOSTITUIRE GLI ELETTRODI DI MISURA DI pH E REDOX (CLORO)?

Le sonde di misura (elettrodi) di pH e Redox sono materiale di consumo, soggetto ad invecchiamento, man mano che invecchiano la loro misurazione diventa sempre meno precisa ed affidabile. In genere la durata di questi elettrodi è di 2-3 anni (stagioni) se ben utilizzati e se ben stoccati nel periodo in cui l’impianto è fermo (inverno).

La cura in caso di rimozione invernale o occasionale è altrettanto importante: la miglior conservazione avviene con l’immersione (cappuccio) in soluzione svernante (KCl 3M); in caso di mancanza di tale soluzione, utilizzare l’acqua della piscina o dell’acquedotto. Non utilizzare mai acqua distillata o lasciare l’elettrodo a secco, in brevissimo tempo sarà inutilizzabile.

Inoltre è buona norma verificare la calibrazione degli elettrodi ad intervalli non superiori ad un mese.

In caso di clorazioni shock o brusche variazioni di pH, è opportuno rimuovere gli elettrodi e verificarne la corretta funzionalità; in caso di impossibilità, è bene sapere che questo può ridurre la durata della sonda.