COME REALIZZARE IL TRATTAMENTO ANTIALGHE PER LA TUA PISCINA?

Cosa sono le alghe? Le alghe sono organismi autotrofi vegetali che si possono sviluppare nelle piscine aderendo a pareti e fondo o intorbidendo l’acqua.

La crescita delle alghe è favorita da temperature dell’acqua elevate e dalla luce solare: le relative spore possono essere trasportate dall’aria e pertanto è più frequente vederne la crescita in piscine all’aperto e nella stagione più calda.

Come posso evitare la formazione di alghe in piscina? Per evitare il proliferare di alghe è necessario che la pulizia e l’igienizzazione della piscina siano ottimali e che i valori di pH, prodotto disinfettante (cloro, bromo o ossigeno) e acido cianurico siano entro il range di efficacia dei prodotti.

Per aiutare l’azione dell’igienizzante (cloro, bromo o ossigeno), si possono utilizzare prodotti specifici per il trattamento antialghe, a base di polimeri di sali di ammonio con eventuale aggiunta di sali di rame.

Attenzione! È molto importante utilizzare l’antialghe corretto! In caso di utilizzo di elettrocloratore a sale sarà opportuno evitare prodotti contenenti sali di rame che possono danneggiare gli elettrodi; in caso di giochi d’acqua, idromassaggi, nuoto controcorrente ecc. si dovranno utilizzare prodotti antialga non schiumogeni.

Di seguito indichiamo alcuni prodotti antialga specifici per le varie necessità:

CTX 60 antialga schiarente

CTX 500/S antialga schiarente concentrato

CTX 570 antialga non schiumogeno

CTX 590 antialga superconcentrato per operazioni di recupero contente sali di rame

CTX 500C concentrato con tappo dosatore (1 litro contiene la dose per 25 settimane)

CTX 530C concentrato leggermente flocculante con tappo dosatore (1 litro contiene la dose per 20 settimane). Non schiumogeno.

Ci sono trattamenti più naturali per prevenire le alghe? Fermo restando il trattamento a cloro, bromo o ossigeno che serve per igienizzare le piscine ed evitare infezioni da virus e batteri, per evitare la proliferazione di alghe è necessario eliminare uno dei loro nutrienti più importanti: il fosforo. Le alghe, infatti, hanno bisogno di fosforo per nutrirsi e quindi proliferare. Con il CTX Phosfree è possibile prevenire la formazione e lo sviluppo di alghe in modo naturale (prodotto concentrato: 1 litro contiene la dose per 13 settimane).

Dopo che le alghe si sono sviluppate in piscina e l’acqua è diventata verde cosa si deve fare?

I prodotti antialghe hanno un’azione preventiva, il loro utilizzo è pressochè inutile dopo la formazione delle alghe. Per cui quando le alghe si sono formate nella vasca, per procedere alla loro eliminazione, è necessario effettuare un trattamento shock con dicloro alla concentrazione di almeno 6-7 ppm (mg/l), dopo aver verificato che pH e concentrazione di acido cianurico siano corrette. In seguito riprendere il normale trattamento della vasca.