COME AVERE UN PH CORRETTO NELL’ACQUA DELLA PISCINA

Consigli per abbassare il ph della piscina

Il pH è la grandezza che misura il grado di acidità o basicità di una soluzione.

Il pH si esprime tramite una scala generalmente compresa tra 0 e 14, dove l’acidità è via via più crescente avvicinandosi al valore 0, mentre avvicinandosi al valore 14 la soluzione risulta sempre più basica. Al valore intermedio di 7 siamo invece in condizioni di neutralità.

Nella tabella sottostante trovate i pH medi di alcune soluzioni.

 

regolazione-riduzione-ph-piscina

 

Qual è il valore ideale di pH per l’acqua della piscina? Come capire quando occorre abbassare o alzare il PH? Il valore ideale è compreso tra 7,2 e 7,6 (la normativa per le piscine pubbliche prevede un intervallo tra 6,5 e 7,5, quindi in questo caso l’intervallo ottimale si restringe tra i valori di 7,2 e 7,5).

Il valore corretto del pH è fondamentale per un corretto trattamento dell’acqua della piscina in quanto un valore di pH scorretto comporta:

  • se il pH è troppo basso: corrosione dei materiali della piscina, irritazione agli occhi, pelle e mucose dei bagnanti.
  • se il pH è troppo alto: disinfezione inefficace, precipitazione di calcare in vasca ed in tutte le componenti del sistema di trattamento.

Da sottolineare che pH più bassi del valore ideale per brevi periodi di tempo non creano grossi problemi, mentre se il pH si alza troppo anche per brevi periodi di tempo la qualità dell’acqua può risentirne notevolmente.

Nella quasi totalità delle piscine il pH ha tendenza a salire e quindi sarà necessario utilizzare prodotti per la riduzione del pH.

È importante quindi analizzare più volte la settimana il pH della piscina per poterne regolare il livello e correggere prontamente eventuali variazioni al di fuori dell’intervallo ottimale o meglio ancora installare un sistema di controllo e dosaggio automatico come una pompa dosatrice automatica.

Per la misurazione del pH potete utilizzare diversi prodotti :

  • Strisce di misurazione
    È il metodo più semplice che consiste nel valutare il valore del pH in base al colore che assumono le cartine poste sulle strisce dopo essere state immerse nell’acqua della piscina.
  • Kit per il test di pH e cloro
    Si tratta di un metodo di misurazione molto più accurato che consiste nel riempire il kit con acqua della piscina, aggiungere qualche goccia di fenolo (phenol red) liquido o meglio ancora in pastiglie, chiudere il tappo e far sciogliere il liquido o la pastiglia agitando il kit.
    Una volta che l’acqua ha cambiato colore, confrontare lo stesso con la scala di colori presente nel kit e determinare il valore del pH. Per mantenere il valore del pH è necessario testarlo quotidianamente usando un kit per il test di pH e cloro, aggiungendo poi un riduttore o un prodotto che incrementi il pH a seconda dei risultati ottenuti

Invece per regolare il pH potete usare i prodotti CTX che potete trovare in vendita sul nostro sito:

  • CTX 10: riduttore di pH granulare dosaggio manuale
  • CTX 15: riduttore di pH liquido per pompe dosatrici
  • CTX 20: incrementatore di pH per dosaggio manuale
  • CTX 25: incrementatore di pH per pompe dosatrici